Protagonisti: Hugo Simon con Gladstone ed E.T.

Quanto a longevità sportiva nemmeno Hugo Simon scherzava. Il cavaliere austriaco, ormai in pensione, fu il primo a scrivere il suo nome nell’albo d’oro della Coppa del Mondo di salto ostacoli. Era la primavera del 1979, a Göteborg e il suo compagno di gara si chiamava Gladstone.

Diciassette anni dopo, nel 1996, Hugo Simon vinse nuovamente con quello che sarebbe diventato il cavallo più famoso della sua carriera, il sauro volante E.T., con il quale firmò
la doppietta l’anno successivo.